Disegno al femminile

0
141

Un rendez-vous serale tra ragazze per condividere la propria creatività e sperimentare nuove idee. Gli ingredienti? Semplice: arte, snack e una manciata di amiche!

© Fusillolab

Se spesso gli artisti sono focalizzati su progetti personali, altrettanto spesso sentono l’esigenza di spingersi oltre. Così, la voglia di trovare nuove forme di espressione o di sperimentazione – o semplicemente di appartenere a una comunità all’interno del mondo dell’arte – si fa sentire, diventando facilmente una necessità. Le illustratrici Julia Rothman, Leah Gore e Rachel Cole hanno concepito un format dedicato esclusivamente a tutte le donne che hanno voglia di mettersi in gioco, sperimentare e disegnare in compagnia: la Ladies Drawing Night! Un appuntamento serale tra amiche con lo scopo di condividere la propria creatività e nuove idee. Nato a New York come un semplice momento per disegnare insieme, il rendez-vous serale delle tre illustratrici, dopo un inaspettato successo sui social, è addirittura diventato un libro ormai famoso in tutto il mondo. Una fonte di ispirazione per tutte le donne che vogliono sporcarsi le mani con pastelli e pennarelli, senza la preoccupazione del risultato finale, ma dando spazio alla creatività in tutte le sue sfumature.

© Fusillolab

Anche Martina Elisa Cecchi, Graphic Designer meneghina, non è rimasta indifferente al fenomeno: durante un viaggio in Nuova Zelanda, di fronte a una porta rosso ciliegio che recita Womens Club Inc. – Members Only, inizia a sognare un club esclusivo per sole donne anche a Milano. Così, con l’aiuto dell’amica illustratrice Claudia Alexandrino e di un buon calice di vino, su una tovaglietta da bar colma di idee, schizzi e disegni, nasce la Ladies Drawing Night in Milano.

Ogni soirée ha un tema o un medium specifico – che possono andare dai bozzetti di moda alla rappresentazione di natura morta a tema cibo. Si disegna insieme per tutta la sera, spesso scambiandosi nuove idee: il parlare è uno degli elementi fondamentali di ogni Ladies Drawing Night! Infine, le partecipanti raccontano il proprio elaborato, si condivide la propria esperienza sui social con l’hashtag #ladiesdrawingnightmilano e… si brinda!

Martina Elisa Cecchi – grafica freelance specializzata in branding, illustrazione, editoria e infografica – e Claudia Alexandrino, in arte Shut Up Claudia,  – grafica e illustratrice – ci hanno raccontato la loro versione della Ladies Drawing Night.

© Fusillolab

Come si svolge, nel dettaglio, un incontro?

Ogni serata ha una location differente e spesso anche un ospite speciale che si siede al tavolo insieme alla ragazze. Ognuna di noi porta i propri strumenti da disegno, accompagnando il tutto con qualcosa da bere e da sgranocchiare. Ogni incontro ha anche un tema e una tecnica diversa da sperimentare, così come un formato diverso del foglio e una palette di colori prestabilita, per dare uniformità agli elaborati. Durante la fase di disegno, ogni partecipante racconta la sua storia personale e professionale: è bello condividere parte di quello che siamo e venire ispirate dalla storia di altre ragazze. Alla fine disponiamo tutti i disegni sul tavolo, li commentiamo e…brindiamo insieme!

Spesso il risultato finale e l’esperienza della serata vengono condivise sui social network, è un modo per mostrare ciò che abbiamo prodotto anche con chi non ha potuto unirsi alla serata. L’intento è quello di invogliarle a provare da casa l’idea scelta o la tecnica utilizzata.

Con quale criterio scegliete l’ospite di ogni appuntamento?

Selezioniamo artiste emergenti che ci ispirano particolarmente in relazione alla location che ci ospiterà e al tema della serata stessa: tutto è collegato da un fil rouge che possa rendere l’esperienza stimolante per la nostra creatività. Per esempio, nella prima serata ospitata da Fusillo lab – studio fotografico specializzato in food – abbiamo invitato la designer tessile Silvia Stella Osella. Abbiamo così pensato di realizzare dei pattern, un’arte di cui Silvia ci ha spiegato alcuni segreti, rappresentando il cibo che più amiamo o odiamo. Oppure ancora, quando siamo state ospitate da Fiuri Milano ( un Flower & Coffee bar) abbiamo disegnato alcuni fiori selezionati da Erica Merlo, tattoo artist. Alla fine della serata abbiamo trasferito i nostri disegni sulla nostra pelle come un tatuaggio… ma temporaneo! È stato molto divertente, perché alcune ragazze hanno poi pensato di tatuarsi veramente il proprio disegno.

© Fusillolab

Che tipo di materiale viene utilizzato durante gli incontri?

Molto spesso le ragazze utilizzano matite colorate o pennarelli. Forse perché più pratici da portare e usare! Ogni partecipante porta il proprio materiale da disegno: fogli, Uni Posca, pastelli, pastelli a cera o ancora tempere, acquerelli o china. Si è liberi di testare varie tecniche ma, ultimamente, in base al  tema della serata, indichiamo una o due tecniche che possano aiutare a ottenere un risultato soddisfacente in poche ore. La speranza è quella di trovare presto un partner per testare nuovi materiali da disegno e tante carte colorate!

Avete scelto un format ben definito: state anche lavorando a nuove idee per aggiungere qualcosa all’evento?

Pensiamo a cosa realizzare di volta in volta: ci lasciamo ispirare dal flusso dei nostri stessi pensieri creativi ma anche dalla location che ci ospiterà. Un’idea che, secondo noi, ha funzionato particolarmente bene è stata quella di introdurre l’ospite speciale: abbiamo così creato curiosità e aspettativa in tutte le Ladies.

Progetti futuri?

Stiamo raccogliendo le idee per sperimentare anche con il digitale, una tecnica che utilizziamo molto nel nostro lavoro personale ma che durante le serate lasciamo da parte a favore della sperimentazione con tecniche tradizionali. Ci piacerebbe molto raccontare questa esperienza in un libro e approfondire le diverse tecniche di stimolazione della creatività. E, perché no, pensiamo anche a una mostra collettiva. Quello che ci piacerebbe veramente – che potrebbe anche aiutare a dare una svolta al progetto – sarebbe avere una “dimora fissa”: un vero e proprio club esclusivo per tutte le Ladies!

La ricetta per una Ladies Drawing Night

– Riunire un gruppo di amiche con la voglia di disegnare e sperimentare

– Aggiungere una manciata di snacks e bevande, quanto basta

– Disporre sulla tavola il materiale da disegno senza aver paura di condividere: scambiare gli strumenti aggiunge un pizzico di divertimento!

– Scegliere un tema, che sia un soggetto o una tecnica, vi stupirà il modo in cui ogni Lady lo interpreterà

– Condividere le proprie idee, è importante quanto il disegnare e lo stuzzicare in compagnia!

– Una volta finiti i propri elaborati, mostrarli senza paura: aiuterà ad aggiungere una manciata di ispirazione per tutti

– Mettere in vetrina la tua opera: senza dimenticare di aggiungere l’hashtag #ladiesdrawingnight

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here