Un benvenuto creativo ai profumi dell’estate

0
95

Come personalizzare il vasetto delle erbe profumate usate in cucina? Usando materiale riciclato, come i vasetti dello yogurt, un po’ di colore e fantasia!

Origano, timo, maggiorana, basilico o menta: arrivano in casa, spesso direttamente dal supermercato, nel loro antiestetico vasetto nero di plastica. Riporli così sul davanzale della cucina non è proprio il modo migliore di dare il benvenuto ai loro colori e ai loro profumi! Ecco, allora, un’idea di semplice realizzazione per travasarle in un vasetto più accogliente e con il marchio di fabbrica di chi abita l’appartamento, perché fatto interamente a mano seguendo la propria vena creativa!

Basteranno pochi strumenti: un vasetto di yogurt da recuperare (da 500 ml), la carta crespa, la colla a caldo, uno spago e alcuni decori realizzati con cartoncini colorati, da ritagliare o da comporre con la fustellatrice. E, finiti di incollare gli ultimi decori a forma di fiore o foglia, il vasetto sarà subito pronto per il travaso.

Il primo passo: applicare il nastro biadesivo seguendo l’intera circonferenza del vasetto di yogurt; una volta eliminato il nastro protettivo, vi si applicherà una fascia di carta crespa verde (o del colore che si preferisce) sulle estremità del contenitore: nella fascia alta e nella fascia bassa.
Nella fascia centrale, rimasta ancora disadorna, si applicherà lo spago, facendolo aderire al vasetto con la colla a caldo (facendo attenzione a non utilizzarne troppa, perché a contatto con la plastica potrebbe curvare il vasetto). Il numero di giri effettuati con lo spago dipenderà dallo spazio disponibile.
Come decoro, si potrà usare un’altra fascia di carta crespa dello stesso colore per comporre l’erba nella parte inferiore del vasetto. Per farlo, sarà sufficiente piegare ‘a zig zag’ la carta crespa e poi farla aderire al vasetto sempre con una piccola quantità di colla a caldo.
na volta conclusa l’applicazione delle fasce, si potranno usare cartoncini colorati per ritagliare decori vari, a forma di fiore e foglia – se si vuole rimanere nel tema naturalistico – e applicarli sul vasetto. Un trucco: se l’operazione con lo spago avrà lasciato dei piccoli ‘buchi’ bianchi, ecco i punti ideali in cui applicare i decori raggiungendo un doppio risultato, abbellire il vasetto e nascondere i difetti.
l vasetto è pronto: ora è il momento di abbandonare il contenitore nero in plastica per trasferire la pianta di origano nella sua nuova dimora colorata.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here