Piccoli ingegneri crescono

0
164

Ogni anno James Dyson invita laureandi e neo-laureati in ingegneria e design, sfidandoli a inventare la soluzione a un problema. “Ogni anno rimaniamo stupiti per l’ingegnosità e lo spirito con cui i giovani riescono a risolvere problemi veramente complessi”. Ora la sfida passa ai bambini!

A loro l’invito ad appassionarsi all’ingegneria, la capacità di risolvere in modo facile temi complessi. Ad aiutare i bambini a coltivarle questa passione (oppure, perché no, a scoprirla!) è la James Dyson Foundation: quello di James Dyson è un nome che magari ai bambini dice poco, ma che gli adulti conoscono per l’essere quello di un personaggio in cui la creatività e la tecnica hanno trovato un equilibrio perfetto. E magari ora lo conosceranno anche i bambini: è per loro che Dyson lancia le Challenge Cards, il gioco creato dai suoi ingegneri per favorire creatività, approccio scientifico e problem solving.

 

Con le scuole chiuse e la possibilità di passare poco tempo all’aperto, l’apprendimento a casa è diventato una sfida per i genitori di tutto il mondo. Per aiutarli a combattere la noia, la James Dyson Foundation ha creato 44 sfide scientifiche e ingegneristiche per aiutare bambini e genitori a conservare la mente attiva durante il periodo di isolamento.

Progettate appositamente dagli ingegneri Dyson per i bambini, le Challenge Cards incoraggiano le giovani menti curiose ad appassionarsi all’ingegneria.

Dal costruire il Golden Gate Bridge con gli spaghetti fino a gareggiare con un’auto con propulsione “a palloncino”, passando per la realizzazione di una barca di cartone da zero, i più piccoli potranno cimentarsi e mettersi alla prova seguendo l’approccio scientifico Dyson “Problema-soluzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here