Alla ricerca dei giocattoli!

0
87

Il mercato dei giocattoli soffre tutti gli anni di una forte stagionalità, sbilanciandosi tutto nella seconda parte dell’anno, e più precisamente sul Natale. Quest’anno però l’emergenza sanitaria ha sparigliato le carte in tavola, come conferma uno studio condotto da BrandToday.

La necessità di distrarre i bambini, costretti a casa dalla quarantena, porta i genitori a cercare su Google determinate parole-chiave, tra queste “Giochi per bambini”. Lo studio è stato condotto da #BrandToday, che ha analizzato i dati di Google Trends di un anno, fino al 7 aprile 2020.

Dagli inizi di marzo ad oggi, su Google le ricerche transazionali, quelle cioè finalizzate a un acquisto, sono aumentate esponenzialmente. A conferma di ciò sono state pubblicate diverse indagini, tra cui quella della Nielsen che ha fatto notare che, tra il 16 e il 22 marzo, le vendite attraverso e-commerce sono cresciute del 142,3% rispetto alla settimana precedente.

SETTORE BABYBrandToday ha elaborato i dati di Google Trends per capire come approcciano gli italiani all’acquisto online, partendo dalle ricerche effettuate direttamente su Google. È risultata molto interessante e significativa l’analisi sul settore baby. Si evidenzia la necessità, da parte dei genitori, di distrarre i bambini, spesso costretti a casa da più tempo degli adulti e in maniera più stringente. Sono diverse le keyword in netta crescita da marzo 2020. Oltre a ricerche legate alle esigenze fisiologiche dei pi piccoli (ad es. “pannolini online”), ci sono quelle che hanno a che fare con attività ludiche o, comunque, di intrattenimento.

“Giochi online per bambini” mostra volumi di ricerca addirittura maggiori rispetto a quelli del periodo natalizio. Interessante, inoltre, anche l’aumento di “Racconti per bambini” e “Favole per bambini”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here