Il tempo dello stare a casa, il tempo per giocare

0
239

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, a raccontarci come stiamo, e come ci sentiamo, sono anche i consumi. Se ormai tutti sappiamo quanto sia diventato difficile riuscire a comprare farina e lievito, da cui deduciamo – se non lo sperimentiamo in prima persona – che in tanti abbiano deciso di cercare conforto ed esorcizzare la paura nel cibo, un altro dato ci dà la misura di quanto stiamo cercando di vivere questi momenti in casa distraendoci con la famiglia: gli acquisti di giochi da tavolo. Un trend che però, in realtà, era partito già nel biennio precedente.

Credit Pixabay

Trovaprezzi.it, il comparatore di prezzi online leader in Italia, ha analizzato ricerche e tendenze registrate nell’ultimo biennio (2018-2019) per il comparto dei videogiochi e dei classici giochi da tavolo, ideali per coinvolgere tutta la famiglia o per organizzare veri e propri tornei con le console più popolari.

Nonostante le svariate app apparse sul web negli ultimi anni o gli stessi social network che coinvolgono in vario modo giovani e meno giovani, il mondo dei giochi tiene comunque il passo. A dimostrarlo i dati di Trovaprezzi.it. La categoria con maggiore crescita nel 2019 è stata Accessori per i videogiochi che ha registrato un aumento del 17% con quasi 250.000 ricerche, seguita da Videogiochi per PS4, interessata da un incremento del 14% e circa 429mila ricerche nel 2019.

giochi tradizionali raggiungono complessivamente circa 300.000 ricerche nel 2019, con un trend di ricerca positivo anche per i grandi classici. I giochi della Hasbro: Monopoly, Il Gioco della Vita, Taboo, Cranium, Cluedo, Indovina Chi e tanti altri, già popolari dagli anni ’90, tengono ancora banco 30 anni dopo; Monopoly ricompare persino nella nuova versione Electronic Banking accanto a nuovi giochi di carte come Uno e Pokemon.

Gli e-shopper italiani più games addicted e più attivi nella ricerca di giochi da tavolo e prodotti per la sala giochi sono i “nostalgici” tra i 35 ed i 44 anni (oltre 110mila ricerche nel 2019).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here