Il bello dell’unicità

0
166

Tra il Pantheon e Piazza Navona, a Roma, si può curiosare in una piccola cartoleria che oltre a collezioni di inchiostri e oggetti da scrittoio pregiati propone un servizio di vendita, assistenza e riparazione di penne antiche (e contemporanee), proprio nel momento in cui la bella grafia sta tornando di moda…

Agli inizi degli anni ’40, durante la persecuzione nazista, il proprietario di questo negozio lasciò la Capitale per fuggire in America e cedette la sua attività alla signora Elisa Berti che era sua dipendente dal 1930, e ad altri due collaboratori. Oggi si chiama Antica Cartotecnica: era un magazzino di cancelleria all’ingrosso molto grande, con annesso un negozio di vendita al dettaglio, di articoli per ufficio, per la scuola e da regalo; oggi è un piccolo gioiello della cartoleria situata in uno dei luoghi più suggestivi di Roma, in Piazza dei Caprettari, tra il Pantheon e Piazza Navona ed è un perfetto connubio tra passione familiare ed efficienza imprenditoriale. Qui, appassionati e curiosi possono trovare ogni strumento di scrittura di antica e di nuova fattura, ma soprattutto, oggetti particolari, sofisticati, pregiati. Il negozio è stato da sempre mèta degli appassionati del “bel scrivere”: Edoardo de Filippo acquistava dalla signora Berti calamai e pennini per comporre le sue opere e Renato Rascel, assiduo frequentatore del negozio, amava acquistare penne stilografiche e preziosa carta da lettere. Oggi l’attività è gestita dal nipote della signora Berti, Alessandro Billi, che negli anni ’90 ha affiancato la madre e lo zio e se ne occupa restando fedele allo spirito e alla tradizione di questa attività.

Alessandro Billi

La sua è un’attività che ha una lunga storia. Cosa è cambiato negli anni?

Con il passare degli anni, nel centro di Roma sono cambiate molte cose. Una delle più rilevanti è la lenta e progressiva scomparsa del tessuto sociale nei quartieri, sia per il trasferimento o la chiusura di attività storiche e botteghe di artigiani, sia per il ricambio frequente dei residenti. Le restrizioni per l’accesso delle auto al centro storico hanno fatto il resto, rendendo, ad esempio difficile, se non impossibile, a molti dei nostri clienti l’acquisto di articoli di cartoleria e da ufficio voluminosi e pesanti. Per questo motivo alla fine degli anni ’90 mia madre e mio zio hanno deciso di trasferire l’attività di forniture per ufficio all’ingrosso fuori dal centro, in una zona più comoda e raggiungibile, mentre io riducendo gli spazi e concentrando l’attività su articoli da regalo e da collezione, penne stilografiche (che sono la mia vera passione!) e cancelleria d’epoca sono rimasto nella sede storica.

Cosa chiede la clientela?

La nostra clientela cerca articoli più selezionati, che non si trovano nel negozio sotto casa o nei centri commerciali, oggetti che arricchiscano le loro collezioni o regali che siano più originali, a volte unici, o oggetti che non vengono più prodotti.

Ci faccia un esempio.

Le penne stilografiche sono oggetti che il senso comune ritiene destinati all’estinzione, in un periodo in cui a mano non scrive quasi più nessuno, a partire dai giovani. Invece sta tornano un grande interesse per l’oggetto da scrittura più antico e affascinante, proprio perché nelle rare volte in cui si scrive, lo si vuole fare nel modo migliore. Vengono da noi persone che vogliono restaurare e far tornate a scrivere vecchie penne del nonno ferme da quarant’anni in un cassetto; bambini che su impulso di alcune scuole o per loro curiosità vengono a comprare la prima penna accompagnati dai genitori; ragazzi che si avvicinano a questo mondo e ci chiedono dei consigli.

E a questo proposito, abbiamo organizzato anche dei corsi di calligrafia, anche questa una disciplina rivalutata negli ultimi anni, e che stanno riscuotendo molto interesse.

Anche i turisti stranieri mostrano attenzione per il negozio perché in cerca di prodotti made in Italy: osservano e fotografano le nostre collezioni private di cancelleria d’epoca e noi selezioniamo le eccellenze del settore ancora prodotte in Italia. Siamo sensibili a questo tema e per questo abbiamo introdotto una linea di notes e quaderni con il nostro logo, fabbricati artigianalmente nel nostro Paese in esclusiva per noi.

Quali oggetti si trovano nel vostro negozio?

Principalmente collezioni private di inchiostri e matite. Ci siamo specializzati anche nella vendita di borse, cartelle e porta documenti in cuoio, servizi da scrittoio, macchine da scrivere, mappamondi, sia d’epoca che contemporanei. I nostri clienti vengono a comprare le penne (roller, stilografiche, penne a sfera), cornici in pelle, scatole portapenne in radica, orologi, inchiostri e refill, oggetti da scrivania moderni e d’epoca, agende, carta da lettere, piccola pelletteria (portachiavi, portafogli, porta biglietti da visita, porta carte di credito, porta post-it, articoli da regalo (libri ricette, album per foto, ecc), stampati (biglietti da visita, carta intestata e partecipazioni). Abbiamo, inoltre, creato una linea di prodotti con il nostro marchio, tra cui quaderni e taccuini realizzati anche con cartoncini d’epoca ed oggetti di pelletteria, la cui realizzazione viene affidata esclusivamente ad artigiani italiani. La nostra attività fornisce un servizio di assistenza e di riparazione di penne antiche ed esegue lavorazioni speciali in pelle.

Fare parte dell’associazione che raccoglie le attività storiche di Roma rappresenta una tutela?

Più che tutelarci ci aiuta ad avere una maggiore visibilità nel centro storico che ormai è pieno di negozi uguali in tutte le città importanti del mondo, per non parlare degli innumerevoli negozi di souvenir e di ristorazione che ci stanno sommergendo, mentre le attività vere di tradizione restano un po’ sperdute e difficili da individuare in questo contesto così variegato.

Per il futuro ci impegniamo a trasmettere la nostra passione ad un pubblico sempre più vasto in questo mondo che sta cambiando, anche utilizzando i canali web e social che hanno il potere di arrivare ovunque!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here