Quanto vale il mercato kids?

0
634

Molto: quasi 3.5 miliardi di euro. Emerge dal Kids Marketing Days, l’unico evento italiano dedicato alle strategie di family marketing e all’incontro tra manager e professionisti delle industrie attive sul target bambini e ragazzi che si è svolto la scorsa settimana a Milano, organizzato da Doxa, in collaborazione con Milano Licensing Days.

Quasi la metà dell’intero mercato kids – con un totale di 1,6 miliardi di euro di spesa nel corso del 2018 – viene mossa dal mondo giocattoli. Il comparto best seller è stato quello delle Dolls, un successo trainato dalle L.O.L Surprise!, le bamboline lanciate nel 2017 da MGA Entertainment che hanno conquistato milioni di fan in tutto il mondo. È merito loro se il comparto bambole è balzato in cima alla classifica giocattoli con una quota del 19,3% sul totale. Sono andati bene anche i giochi da tavolo e di ruolo, destinati al comparto dei cosiddetti kidult (kid + adult).

Il mondo dei libri riserva delle sorprese: le librerie tornano a essere frequentate dai più piccoli. E lo è grazie a youtuber come Favij che si cimentano nella scrittura e che quindi fanno da traino per eventi in cui i fan possono incontrare il loro idolo. Mentre non si può parlare di sorprese per i flow-pack: chiunque frequenti il mondo kids sa quanto riescano a essere attrattive queste confezioni di oggetti collezionabili dai temi più disparati, dai dinosauri alle bamboline Santoro, dai piccoli personaggi Lego a unicorni e animali fatati. Nel 2018 sono state lanciate ben 500 referenze. Sì, cinquecento…

Com’è ovvio una parte importante della ricerca è stata dedicata al tempo che i bambini e i ragazzi trascorrono davanti a uno schermo. Il comparto davvero in crescita è infatti quello dei videogiochi con un fatturato stimato per la sola parte kids di 204 milioni di euro e un balzo del 10% in 12 mesi. Merito perlopiù della console Switch di Nintendo lanciata nel 2017 e a tutti i giochi a lei dedicati. Bene anche la PS4 di Sony sempre leader del mercato e del successo di giochi come FIFA o Spiderman tra i più amati dai ragazzini. Il vero fenomeno dell’anno è però Fortnite, il gioco free-to-play, multi-platform e cross-platform di Epic Games.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here