Sfinge celo, Gioconda celo… dama con l’ermellino mi manca!

0
349

Anche in un mondo popolato dai guerrieri di Fortnite, pieno di app con grafiche sofisticate per cantare, giocare e disegnare, il classico album di figurine conserva il suo fascino. E se la prima immagine che viene in mente pensando a questi albi è quella delle squadre di calciatori, gli album possono avvicinare i bambini a molti altri argomenti. L’arte, per esempio.

 

Artonauti ne è l’esempio. Si tratta di un album che racconta le avventure di due bambini e un cane (Ale, Morgana e Argo) alle prese con la scoperta dei tesori dell’arte. Accompagnandoli tra le pagine tra l’antico Egitto, l’Italia del Rinascimento e l’Olanda di Van Gogh, i bambini compongono un piccolo libro d’arte collezionando interi affreschi o dipinti. Inoltre, impegnandosi per attaccare le figurine con precisione, memorizzano i dettagli delle opere d’arte e imparano a riconoscerle dai particolari.

Facendo contemporaneamente una scorpacciata di informazioni: sul retro di ogni figurina i bambini trovano il nome dell’opera, l’autore e il museo in cui è custodita e ogni pagina riporta informazioni e curiosità sulle opere che vi sono rappresentate. E c’è anche il piacere della collezione: nei pacchetti ci sono 5 figurine + 1 Twin Card e su ogni twin card è raffigurata un’opera o un dettaglio. Collezionando tutte le 25 copie di twin card i bambini possono giocare a memory, così anche quando l’album è finito l’arte continuerà a farli divertire

In vendita dal 15 marzo, Artonauti è un progetto culturale di WizArt Srl Impresa Sociale, un’impresa no-profit, selezionato e finanziato da Fondazione Cariplo per la quarta edizione del progetto iC – Innovazione Culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here