Se l’anno inizia in grande…

0
152

Passato il 6 gennaio – e quindi lasciato alle spalle il rituale dei “buon anno” – in genere si parte ‘ufficialmente’ con il nuovo anno e con il ritorno alla quotidianità. Tra gli strumenti che sono destinati ad accompagnare la routine quotidiana ci sono i calendari; Favini ne ha proposto uno grande (70×100 cm) e intenso, che fa da testimonial della qualità della sua produzione.

Il calendario 2019 di Favini porta la creatività in ogni mese dell’anno grazie alla varietà di supporto (le diverse carte e cartoncini Favini: Remake, Crush, Sumo, Lunar, Burano, Biancoflash) e la bellezza delle opere riprodotte, che sono le migliori di Posterheroes, il concorso internazionale promosso da Favini, IED Istituto Europeo di Design e Associazione PLUG, giunto alla settima edizione.

La comunità creativa internazionale è stata chiamata ad esprimere una propria visione del futuro con un poster e una giuria composta da esperti di grafica, arte e comunicazione ha selezionato i 40 vincitori tra i quasi 3000 partecipanti. Il vincitore assoluto del concorso di quest’anno è stata Melania Branca, con il poster dal titolo “Fashion in the Future”, che ironizza sulla moda del futuro, dove le maschere antigas diventeranno grotteschi accessori fashion al pari di scarpe e borse. Le altre opere entrate a far parte del calendario Posterheroes sono quelle di Riccardo Baggio, Danielle Dirks, Robert Young, Marianna Leal Rato e Lara Gil, Nicoletta Raffo, Zuzanna Rawa, Naandeyé Garcia Villegas, Francesco Ibrahim, Kostis Ktistakis, Aleksei Orlov e Ekaterina Frolova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here