L’architettura contemporanea raccontata ai bambini

0
382

Freespace, spazio libero. Il tema che hanno scelto per la sedicesima Mostra Internazionale di Architettura le curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara, mette al centro della riflessione lo spazio, ovvero la premessa fondamentale per qualsiasi tipo di architettura, definendolo libero, e quindi ponendo l’accento sulla sua condivisione e la gratuità come elementi importanti e preziosi.

Per rendere partecipi dell’esperienza della visita alla Biennale anche i bambini il programma dell’evento prevede anche degli atelier creativi, attività pratico-creative o in linea con i programmi multidisciplinari dedicati alle scuole. Gli atelier sono disponibili la domenica fino al 18 novembre, alle ore 15.00, e prevedono un tour interattivo in mostra, organizzato in maniera dinamica attraverso la selezione delle installazioni più accattivanti, interattive e in grado di stupire un pubblico di più piccoli. A seguire i bambini saranno impegnati in una attività laboratoriale che viene realizzata con l’utilizzo di molteplici materiali messi a disposizione dallo Staff Educational.

La matita ufficiale delle attività Educational

F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini collabora con La Biennale di Venezia in occasione della manifestazione dedicata all’architettura e porta come simbolo distintivo LYRA, brand dedicato al disegno e alle belle arti, e oggi Matita Ufficiale delle Attività Educational della 16. Mostra Internazionale di Architettura.

Le attività previste dalla Biennale sono infatti del tutto in linea con il dna di F.I.L.A. e la sua volontà di parlare il linguaggio dei ragazzi, assecondandoli nello spirito creativo e formandoli al mondo delle arti. Condotte da operatori selezionati e formati della Biennale, tutte le iniziative puntano sul coinvolgimento attivo dei partecipanti, rileggendo e analizzando i contenuti della Mostra con gli strumenti a loro più vicini.

Tra le variegate , i laboratori tematici con programmi settimanali multidisciplinari, una serie di appuntamenti che vanno incontro alle inclinazioni degli studenti delle scuole primarie e secondarie e dove l’Architettura incontra ad esempio le Scienze (16.10 – 26.10), l’Ambiente (30.10 – 09.11), la Parola (13.11 – 23.11) o la Filosofia (13.11 – 23.11). Ad accompagnare i ragazzi nella fase laboratoriale, la qualità di una grafite di eccellenza, quella delle matite LYRA, la carta di alta qualità CANSON, e tutta l’ampia gamma di prodotti F.I.L.A. nata per dare forma e colore all’ingegno creativo.

 Per i più piccoli invece, quindi per le scuole dell’Infanzia e Primarie, i laboratori pratico-creativi con due percorsi differenziati. Uno prende vita nei famosi Giardini e si muove lungo le tematiche della Mostra alla scoperta del senso di umanità che l’architettura contemporanea propone, concentrando l’attenzione sulla qualità degli spazi percepiti e vissuti. Tra le mura dell’Arsenale, sono invece previste delle attività che intendono esaminare e riprogettare i contenuti della Mostra focalizzandosi sulla capacità dell’architettura di offrire spazi liberi, ulteriori, e sulle sue potenzialità di ascoltare desideri inespressi

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here