Creatività al servizio del mondo dei bambini

0
167

Nessun gioco è mai “solo” un gioco: nasconde messaggi, insegnamenti, fini meno espliciti del divertirsi, e fa passare, in modo leggero, lezioni anche molto importanti. Con questo spirito gli studenti dell’Istituto Comprensivo Europa di Faenza hanno interpretato il tema della sesta edizione del concorso Giotto La matita delle idee, proposto da F.I.L.A.: Scuola in Gioco. Ovvero imparare giocando. Il titolo della proposta dagli studenti faentini è “Il mondo che vorrei… Chi lo rispetta vince”, una tavola-gioco coloratissima in cui hanno rappresentato il loro mondo ideale, caratterizzato dal rispetto dei più fondamentali diritti umani. In una sorta di gioco dell’oca rivisitato ci si sfida lungo un percorso che intercetta comportamenti virtuosi, dove è richiesto di prendere decisioni e in cui sono previste caselle dedicate al confronto tra diversi punti di vista. Un gioco che mette al centro le regole, intese non come vincoli negativi e coercitivi ma come norme di convivenza necessarie a garantire il benessere di tutti.

Il lavoro dei bambini – e delle loro insegnanti – ha convinto la giuria di qualità chiamata a visionare i quasi 700 elaborati giunti da tutta Italia, che lo ha decretato vincitore del concorso. Il premio? Una grande occasione per incoraggiare la creatività: un’aula creativa del valore di 25000 euro che sarà realizzata all’interno della scuola, grazie all’intervento di un architetto che la progetterà dopo aver ascoltato e raccolto le esigenze di insegnanti e bambini. Una piccola oasi completa di tutto il materiale F.I.L.A. per colorare, disegnare, plasmare e la carta di alta qualità CANSON.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here