La carta prende vita

0
1225

Tutti sanno che cos’è un origami ma in pochi ne conoscono il significato più profondo. Ecco qui una piccola guida per saperne di più sull’origine di queste meravigliose sculture in carta e i materiali per realizzarle.

 “Origami: l’arte di creare mediante la semplice piegatura di fogli di carta, figure tridimensionali.”

La definizione di origami sorprende nella sua semplicità ma il vero significato di questa parola è molto più complesso. Origami deriva infatti dal giapponese Oru (piegare) e Kami (carta) ma Kami (l’ideogramma è diverso ma la pronuncia identica) significa anche “divinità, entità superiore”; è proprio questa sovrapposizione di senso che permette di capire il legame inscindibile degli origami con il mondo della spiritualità. Anche la nascita degli origami riconduce alla sfera spirituale e religiosa: secondo le teorie più accreditate, gli antenati degli origami si chiamano go-hey e risalgono all’XI secolo; si tratta di strisce di carta piegate a zig zag e usate ancora oggi nei rituali religiosi nei templi shintoisti per rappresentare gli dei. Nella cultura giapponese la carta è da sempre considerata nobile e pregiata e la sua introduzione nella sfera religiosa ne ha  consolidato ancora di più il fascino e il rispetto.

Alla luce di tutto questo l’origami, fatto di carta ed espressione diretta della sua trasmutazione, diventa il simbolo della trasformazione di una cosa materiale in qualcosa di diverso, superiore.

I bambini amano particolarmente cimentarsi nella realizzazione di origami, per questo motivo Fabriano Boutique ha realizzato per loro Magic Wood Origami. Il set fa parte della collezione Magic Wood disegnata da Giulia Orecchia e permette ai bambini di dare vita a un vero e proprio mondo fatto di carta. Con Magic Wood Origami pratica e teoria vanno di pari passo: il kit infatti contiene Origami Book, il pratico libro di istruzioni per imparare a creare semplici forme di origami, con testi in italiano e inglese e disegni esplicativi per ogni passaggio, e Origami Album con 60 fogli quadrati di 20 colori diversi, per cimentarsi immediatamente con quest’arte! I fogli hanno formato 21×21 cm, sono di grammatura leggera adatta alle pieghe (80 g/m2) e comprendono una selezione di colori scelta tra le carte Sirio e Woodstock. Case, girandole, lupi, rane e pinguini sono solo un piccolo esempio delle creazioni a cui i bambini potranno dare vita.

Tempo e concentrazione

Come in una danza magica, le mani si muovono e la carta prende vita: questa è la sensazione che si prova, osservando la realizzazione di un origami. Eppure, secondo la tradizione giapponese, non basta solo un foglio di carta da piegare per realizzare l’origami. Tempo e concentrazione sono infatti le altre due componenti indispensabili alla realizzazione di queste magiche figure: dedicarsi agli origami rappresenta dunque una preziosa occasione per meditare e lavorare sulla propria forza interiore.

Ma nella pratica, come si realizza un origami? La base di partenza più comune è data un foglio quadrato di dimensioni 15×15, leggero, morbido e al contempo resistente, proprio come la tradizionale carta giapponese. A seconda del risultato che si vuole ottenere, si realizzano una serie di piegature ben strutturate, senza l’ausilio di nessun altro strumento eccetto le proprie mani. Le possibilità di piegatura sono molteplici (pieghe a valle, a monte, a fisarmonica e a libro ne sono solo un piccolo esempio) e ogni diversa combinazione permette di creare una figura diversa.

Ideali per tutte le realizzazioni in carta, per gli origami, il decoupage e lo scrapbooking, le carte di Kartos sono di altissima qualità e provengono da aziende italiane certificate. Affondando le radici nel cuore della Toscana, culla secolare della più nobile tradizione cartaria, queste carte decorative rappresentano il giusto mix tra arte, tradizione e contemporaneità. Oltre all’accurata scelta delle materie prime e un’estrema attenzione ad ogni dettaglio e particolare, le carte decorative Kartos spiccano anche per il totale rispetto dell’ambiente perché provengono da disboscamenti controllati e certificati. Particolarmente adatta alla realizzazione di origami, sia per la leggerezza che per l’originalità dei soggetti, è la carta decorativa gold della linea fiabe; si tratta di carta liscia 80g/m2, ancor più preziosa perché realizzata con rifiniture in oro in polvere.

 

A ognuno il suo modello

Tramite la tecnica degli origami è possibile creare un’ampia gamma di modelli diversi che spaziano dalle creazioni più semplici a quelle veramente complicate, la cui realizzazione richiede tempo, pazienza e grande abilità. Persone, animali, fiori, ma anche oggetti e figure astratte: le possibilità sono tantissime e innumerevoli sono anche i significati attribuiti alle diverse figure. Si va dagli origami più tradizionali come la gru, simbolo di immortalità e pace, il loto e la ninfea, legati alla spiritualità buddhista e la rana che rappresenta un buon augurio per chi sta per intraprendere un viaggio, alle figure decisamente più complesse come i Kusudama, i precursori degli origami modulari; si tratta di sfere di carta realizzate tramite l’unione di tanti origami che sono simbolo di purificazione e, allo stesso tempo, emblema di leggerezza, di compattezza e di completezza. Un altro esempio sono i Noshi, tra i più antichi modelli di origami, che venivano usati tradizionalmente come decorazione benaugurale per i regali e segno di buon auspicio.

Gli origami modulari, decisamente più impegnativi da realizzare, sono invece origami ottenuti piegando diversi fogli di carta e unendoli tra loro ad incastro, senza l’uso di nessun tipo di collante. Molto particolari sono anche i Tsutsumi, origami usati come buste o contenitori a scomparti per contenere biglietti, messaggi e ricordi: una sorta di confezione che, secondo la filosofia giapponese, non andrà strappata o aperta in fretta ma ammirata e contemplata perché realizzata per rendere ancor più prezioso il contenuto.

I Kusudama sono origami modulari di grande effetto: si tratta di sfere di carta che trasmettono al contempo un senso di leggerezza ma anche di pienezza e compattezza. Con i kit Kusudama di Tassotti tutti possono realizzare queste bellissime sfere ornamentali di carta! Ogni kit contiene 60 fogli di formato 20×20 cm e un foglio con dettagliate illustrazioni per procedere alla creazione del Kusudama. La carta che Tassotti propone per la realizzazione di queste bellissime sfere che ricordano un fiore è di 120 gr e disponibile in tantissime fantasie diverse; la carta Tassotti è particolarmente adatta per la realizzazione di origami: è stampata esclusivamente a foglio (da ciò deriva la straordinaria nitidezza dei colori) con inchiostri ad alta resistenza alla luce, su sopporto opaco, ecologico e acid free.

Tra storia e leggenda: la gru

La gru, simbolo di immortalità, è uno degli origami più noti, amati e diffusi ed è legata a numerose storie e leggende. Una di esse in particolare racconta che chiunque piegherà mille gru vedrà i propri desideri diventare realtà. Proprio in relazione all’origami della gru è diventata molto nota la storia di Sadako Sasaki, una bambina di Hiroshima  che si ammalò di leucemia a causa delle radiazioni della bomba atomica. Sadako, una bambina piena di vita, allegra e amante degli origami, durate la sua convalescenza iniziò a piegare mille gru perché voleva vedere realizzato il suo desiderio di cancellare dal mondo la sofferenza causata dalle guerre; purtroppo la bambina morì prima di terminare la sua opera ma in suo onore nel Parco della Pace di Hiroshima è stata eretta una statua che la ritrae e che viene ogni anno adornata dai turisti e dagli abitanti del luogo con tantissime corone di gru colorate.

Curiosi di sperimentare i tipi di carta più di tendenza in Giappone, per realizzare i vostri origami? Allora la carta Tamashiki Kikka è la carta giusta! Si tratta di una carta da stampa fine di qualità superiore che riproduce i tradizionali motivi giapponesi con l’applicazione di “filigrane (Sukashi)”, una tecnica giapponese di produzione della carta. Tela invece è una carta tessuto-non-tessuto adatto alla stampa offset e digitale. Di questa gamma ono disponibili sette colori che spaziano dalle tinte tenui ai colori più intensi della tradizione giapponese. Infine Satogami è una carta da stampa fine di alta qualità, realizzata con cellulosa ECF, dal carattere semplice e rievocativo del calore e della generosità della natura. La carta Satogami è declinata in una gamma di 19 colori. La carte Takeo sono distribuite in Italia da Paper and People.

Quale carta usare?

Come può un semplice foglio trasformarsi, diventare tridimensionale e prendere vita tra le mani? Serve solo la giusta carta e qualche piega realizzata nel modo giusto!

Ma qual è la carta più adatta alla realizzazione di un origami? La domanda non ha una risposta univoca. In generale leggerezza, resistenza e morbidezza sono le caratteristiche principali che la carta in questione deve avere, cui seguono un ampio assortimento di colori e fantasie. Sempre a livello generale è consigliabile usare una carta di grammatura compresa tra i 70 e i 100 gr, di forma quadrata. Parlando di origami, la componente personale risulta però imprescindibile: c’è chi infatti predilige per proprio gusto personale una carta di un certo tipo e chi, in relazione alle caratteristiche della figura che vuole creare, si discosta dalla tipica forma quadrata e opta per caratteristiche differenti. Sicuramente tutti gli appassionati di quest’arte ad un certo punto avvertono la curiosità di sperimentare la carta giapponese, molto diversa da quella occidentale per texture e morbidezza. C’è però da dire che il mercato nostrano, soprattutto negli ultimi anni, ha arricchito la sua offerta con una serie di prodotti veramente validi e di estrema qualità. La scelta è ampia e le varietà sono innumerevoli: il consiglio migliore consiste nel provare diversi tipi di carta e trovare, sulla base dei propri gusti e delle proprie esigenze, la migliore per sé.

Rismacqua e Rismaluce: sono questi i nomi delle risme di Favini, che si caratterizzano per il colore della carta, tenue nel primo caso e forte nel secondo. Rismaluce ha una palette composta da 11 colori accesi che comprende giallo sole, giallo oro, arancio, scarlatto, ciclamino, azzurro, verde, pistacchio, violetto, blu prussia e infine nero. Rismacqua è caratterizzata invece da 9 tenui tonalità, declinate nelle seguenti nuance: avorio, giallo chiaro, camoscio, salmone, rosa, lilla, celeste, verde chiaro e ghiaccio. Ricavata da impasti a base di cellulose selezionate chlorine free (ECF), la carta delle risme Favini non proviene da foreste vergini ed è certificata FSC. I formati disponibili sono due: A4 e A3, suddivisi in rismette da 300 fogli ciascuna. Le grammatura dei fogli è 90gr/m2, ideale per la realizzazione di numerosissimi origami. Tutti i colori di Rismaluce e Rismacqua sono resistenti all’acqua e alla luce e, grazie all’ampia gamma di colori disponibili, ogni origami brillerà di luce propria!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here