L’ingresso di Pixartprinting nel mondo del merchandising

0
366

Parola d’ordine: personalizzazione. E così Pixartprinting, da sempre orientata verso la mass customization, ha ampliato il proprio catalogo facendo ingresso da questo mese nel mondo del merchandising. La prima selezione di articoli è suddivisa in tre categorie: ufficio e cancelleria; tecnologia; casa e tempo libero. Grazie a questa novità Pixartprinting ampia il suo catalogo, in cui quindi entrano cinquanta nuovi oggetti di uso quotidiano pronti a trasformarsi in prodotti brandizzati e diventare veicoli di comunicazione da proporre nella vita di tutti i giorni o in occasione di eventi speciali come fiere, inaugurazioni, manifestazioni. Tra i prodotti ci sono ombrelli, apribottiglie, borracce, tazze, porta biglietti da visita, selfie stick e le immancabili intramontabili penne ma, racconta Federico Gonzalez, Marketing and Sales Director di Pixartprinting, sulla base dei feedback di mercato  sarà definito un ampliamento dell’offerta. Sempre dalle sue parole arriva la spiegazione della scelta di aprire al mercato del merchandising: “Una scelta commerciale che nasce dalla volontà di essere fornitore globale capace di soddisfare tutte le esigenze di stampa a 360° e di rispondere agli input raccolti attraverso il dialogo trasparente con i nostri clienti. La completezza di gamma è l’ingrediente che aggiunge sapore a una ricetta già molto apprezzata che comprende le unicità che siamo in grado di offrire, dall’interfaccia user-friendly del nostro e-shop al pacco anonimo, dal customer care evoluto fino a PixartPRO, il programma di fidelizzazione dedicato ai rivenditori. Il tutto condito da un servizio di stampa votato all’eccellenza qualitativa”.

Per migliorare l’esperienza di acquisto, i web developers di Pixartprinting hanno sviluppato un’interfaccia che semplifica la scelta delle caratteristiche del prodotto, così che il cliente possa individuare con facilità colori e varianti possibili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here