L’impressionismo della Normandia in Val d’Aosta

0
295

I paesaggi della Normandia hanno esercitato un grande fascino sugli impressionisti. E non poteva essere altrimenti: la cura della rappresentazione della luce e l’amore per la pittura en plein air avevano trovato nei paesaggi normanni, con le loro alte scogliere, il mare in tempesta, i cieli carichi di nuvole, una fonte di ispirazione ricca e mutevole. A questa terra ricca di fascino e suggestioni e al modo in cui gli impressionisti hanno voluto raccontarla il Forte de Bard dedica, fino al 17 giugno, una mostra dal titolo Luci del Nord. Impressionismo in Normandia La mostra propone oltre settanta opere,  provenienti dall’Association Peindre en Normandie di Caen, dal Museo del Belvedere di Vienna, dal Museé Marmottan di Parigi e dal Musée Eugène Boudin di Honfleur, di artisti come  Monet, Renoir, Bonnard, Boudin, Corot, Courbet, Daubigny, Delacroix, Dufy, Gericault.

Staedtler colora le Luci del Nord

Sponsor tecnico della mostra, Staedtler collabora al progetto portando il colore, anima della pittura impressionista, e mettendolo a disposizione dei visitatori all’interno del Forte di Bard. Sono infatti di produzione Staedtler gli strumenti messi a disposizione dei visitatori nello spazio Lab, un ambiente in cui, ispirati dai grandi capolavori appena visti, si potrà provare a sentirsi Corot o Renoir, sederci al cavalletto, usare matite colorate e in grafite, matite acquerellabili, pastelli a cera e a olio e carboncini, per riproporre il soggetto di uno dei paesaggi esposti riproposto su un grande fondale.

Staedtler affiancherà tutti i laboratori previsti nel 2018 al Forte de Bard: la creatività incoraggia la creatività!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here