Programmare è un gioco da ragazzi

0
51

Si pensa spesso ai programmatori come a personaggi occhialuti che passano ore a scrivere di codici complicatissimi e terribilmente noiosi. Tutto questo è vero solo in parte. Oggi esistono programmi semplici e coinvolgenti che permettono anche a ragazzi alle prime armi di avvicinarsi a questo mondo affascinante e creativo, senza perdere ore di sonno davanti allo schermo di un computer. Scratch è uno di questi. Si tratta di un linguaggio di programmazione educativo, utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo, che permette anche ai più giovani di conoscere i principi basi della scrittura di un codice, grazie all’utilizzo di blocchi colorati, che possono essere collegati per creare dei veri e propri programmi. L’ultima versione, Scratch 2, disponibile in italiano, può essere utilizzata direttamente tramite il browser Web, senza la necessità di dover scaricare alcun software.
Proprio per guidare i ragazzi alla scoperta di questo linguaggio e scoprirne più rapidamente i segreti è stato scritto “Scratch. I primi passi nella programmazione”, edito da Tecniche Nuove. Attraverso un percorso di apprendimento guidato che caratterizza questo volume, gli informatici in erba potranno imparare a creare delle animazioni o a costruire, nel giro di un pomeriggio, videogiochi in stile arcade perfettamente funzionanti. Il libro è, infatti, strutturato in maniera graduale e animato da colorati fumetti, in modo da rendere pienamente comprensibili concetti piuttosto complessi come quello di “variabili”, “controllo di flusso” e “subroutine”.

L’autore

Il libro nasce dal progetto educativo LEAD (Learning through Engineering, Art, and Design), istituito per incoraggiare lo sviluppo del pensiero creativo attraverso l’uso della tecnologia. Creato dalla Hong Kong Federation of Youth Groups in collaborazione con il MIT Media Lab, LEAD intende incoraggiare le attività pratiche basate per promuovere l’innovazione, la capacità di risolvere problemi e l’alfabetizzazione tecnica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here