Il fascino dei giocattoli in legno

0
28
Pepe Multipose di Hape.

Il legno ha rappresentato per secoli uno dei materiali principali con cui realizzare i giocattoli e oggi, dopo l’affermazione della plastica, vive una vera e propria riscoperta perché naturale, ecologico e con un forte connotato educativo. L’offerta è ampia e ormai non c’è azienda che non inserisca almeno una linea wood nel suo assortimento.

Ecologico, caldo e dalla grande giocabilità. Ma anche atossico (solitamente questi giocattoli sono realizzati con coloranti naturali e non tossici) e destinato a mantenere negli anni non solo il fascino ma anche la sua resistenza, tanto da poter essere utilizzati anche da più generazioni. Si parla del legno, che concorre a realizzare giochi semplici ma che spesso aiutano lo sviluppo sensoriale e cognitivo dei bambini: i blocchi in legno colorati attirano l’attenzione dei bambini appena iniziano a guardarsi intorno e a individuare gli oggetti, sviluppando il loro senso della vista, e anche quello del tatto, perché i bambini imparano ad afferrarli con le mani. Inoltre i giocattoli in legno hanno sempre i bordi arrotondati e la superficie liscia in modo da aiutare il bambino in una facile presa. Oltre ai giochi più piccoli (incastri, puzzle, ecc) molte piste per trenini sono realizzate in legno e anche i famosi cavalli a dondolo, forse un po’ voluminosi per lo spazio di alcune cartolibrerie, ma disponibili anche in versione “ridotta”.

Diversi sono i produttori e i distributori di giocattoli in legno nel nostro Paese che di anno in anno crescono insieme alle tipologie di giochi proposti. Il legno utilizzato per fabbricare questi giocattoli ormai proviene in prevalenza da foreste in cui sono rispettati rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. La materia prima, perciò, è spesso verificata o certificata FSC (Forest Stewardship Council). Alcuni marchi storici hanno iniziato da poco ad alternare la produzione di giocattoli in plastica a quella in legno. Si nota anche la diffusione di giochi “water play” realizzati in legno ma utilizzabili in acqua. Altre aziende si sono appena affacciate sul mercato del gioco in legno con una linea dedicata e sono già molto soddisfatte delle vendite, nelle quali infatti si riscontra un trend generale in crescita. I giochi in legno, infatti, si prestano a essere venduti in diversi canali: librerie, giocattolo e anche in cartoleria, che, a detta di diversi produttori, è un ottimo ambito distributivo dove ampliare la gamma di prodotti offerti per intercettare nuovi acquirenti, per esempio le famiglie alla ricerca di piccoli regali.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here