Il “gioco” del mettere in ordine

0
22

Forse non tutti riescono a essere convincenti come Mary Poppins che cantando e saltellando riusciva a convincere i piccoli Jane e Michael Banks a mettere a posto i loro giochi, eppure sembra proprio che in Italia i bambini siano diventati molto più collaborativi che in passato: quasi due terzi dei bambini sopra i tre anni riordina autonomamente (63%), iI 67% prepara la tavola per la cena, il 38% rassetta il letto, il 31% si prende cura dei propri fratelli, il 29% si occupa degli animali domestici, mentre il 20% pulisce la propria stanza. Sono i risultati di un’inchiesta condotta dalla piattaforma online Houzz che ha indagato sulle preferenze della propria Community riguardo la cameretta ideale di ogni bambino e sul coinvolgimento dei più piccoli nella gestione dei propri spazi. Le soluzioni più apprezzate per ritrovare l’ordine (almeno temporaneo) sono scatole (78%) e scaffali (55%) per custodire giochi e oggetti dei bambini (rispettivamente il 78% e il 55%). Oltre al disordine e alla pulizia, tra le altre difficoltà riscontrate lo spazio limitato per riporre i giocattoli (38%), i vestiti (26%) e lo spazio di gioco (26 %), il rischio continuo di inciampare sugli oggetti sparsi dal bambino (30%), e i danni alle pareti (20%).

La ricerca ha approfondito anche quali siano le tendenze in atto per questa camera, a cui spetta la grande responsabilità di sapersi adattare a un ospite molto complesso e saperne eseguire le veloci evoluzioni sia di gusto che di esigenze.

I risultati: per il 59% degli intervistati, la cameretta dei propri figli vanta una decorazione con un tema specifico: il 38% delle volte riguarda gli animali, il 36% la natura, il 23% modelli geometrici e il 17% le principesse (17%). Tra gli altri temi, anche i supereroi, la musica e i film.

I colori rappresentano un’altra forma di espressione molto importante per lo spazio riservato ai più piccoli: la maggior parte sono dipinte di bianco (53%), seguono il verde (35%), l’azzurro (27%), l’arancione (16%) e il giallo (16%). In alcuni casi (25%), sono gli stessi ragazzi ad avere libertà di scelta nell’home decor del proprio regno.

Per i genitori, chiaramente, oltre al design è anche molto importante la funzionalità di questa stanza. Per il 71% lo spazio deve essere strutturato in modo funzionale, per il 59% deve essere facile da pulire/mantenere e per il 32% deve utilizzare materiali non tossici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here