Spazio Zoo. Bologna

Zoo, tutti i segreti di uno spazio mutante

Una cartoleria che si trasforma in libreria, una galleria che si trasforma in pasticceria, un laboratorio creativo che si trasforma in atelier tessile, che a sua volta si trasforma in uno… Zoo!
0
648

Fig. 1 ragazze_zooZoo è uno spazio situato nel cuore di Bologna (Strada Maggiore civico 50), in cui si coniugano le anime delle sue giovani fondatrici: Rebecca Fosser, Lucia Principe, Elisa Delogu, Noemi Bermani e Paola Parenti. Man mano che l’amicizia tra loro diventava sempre più stretta e così pure le collaborazioni ed i progetti, si sono ritrovate con l’idea di chiudere le rispettive società pre-esistenti per aprirne una insieme, dove lavorare tutte quante, ciascuna mantenendo la propria specificità ma in realtà aiutandosi e contaminandosi le une con le altre. Ora ogni attività coinvolge tutte. Ed è questo il loro vero punto di forza. Un concept store che racchiude, in uno spazio grandissimo nel centro di Bologna, una cartolibreria, un atelier, ma anche una pasticceria ed uno spazio espositivo dedicato all’illustrazione e al fumetto.

IL PROGETTO
FIG.2D zoo_2_300dpi
fig.3bLo spazio è pensato come un concept store improntato sul design a 360 gradi: l’offerta, sia commerciale che culturale è articolata in diversi comparti, che vanno dalla stationary, al tessile, al food-design, passando per l’editoria di ricerca in tema di arti grafiche.  Più che nell’offerta e nella valorizzazione di un singolo prodotto, il comune denominatore di questo spazio è stato individuato nella proposta di un life style, orientato alla semplicità, al comfort, alla ricerca e alla cura del particolare. Che sia un block notes, un abito, una matita, un libro o un cupcake, il prodotto differenziato che si propone è peculiare per la sua unicità o serie limitata, per l’artigianalità nel suo processo produttivo e in particolar modo per la cura estetica e formale, basata sull’utilizzo del colore e della semplicità grafica. La cura dei particolari e l’attenzione al dettaglio non possono certo passare inosservate: sin dall’impatto all’ingresso, dove Zoo accoglie i suoi ospiti con una parete interamente rivestita di girandole in carta arancione, sin da qui si evince la fantasia ed il buongusto delle sue fondatrici, oltre la ricercatezza dei prodotti che fanno del loro angolo di cartoleria uno dei più ricercati della città. Ma non solo: accanto ai prodotti finiti di cartoleria e cancelleria, Zoo propone il corner DIY (do it yourself) dove con l’acquisto di una serie di materie prime e prodotti grezzi (carta, tessuti, accessori etc.) il cliente diviene un attore dinamico, in grado di creare da solo e di farsi parte attiva nella realizzazione del prodotto acquistato. La persona quindi viene posta al centro dell’esperienza, non solo in quanto acquirente o fruitore, ma in quanto artefice e protagonista della “poetic way of life” che è appunto alla base della nascita di Zoo.

I WORKSHOP
Fig. 4 spazio DIY-xworkshop_1_300dpi
FIG.2B-vista-interna_300dpiParte integrante del progetto Zoo sono proprio i suoi workshop: “Dalla carta al pop up” , si svolge con regolarità ogni 3, 4 mesi e vuole  esplorare le tecniche base di utilizzo della carta in libri tridimensionali, dal kirigami a taglio continuo, ai giochi di vuoto/pieno, fino ai pop up più complessi con apertura a 90° o anche a 180°. E per scoprire i mille più uno modi di utilizzo della carta, questo mese si è tenuta la prima edizione del nuovissimo workshop di “Animazione stop-motion in papercut”, l’animazione realizzata con il ritaglio è una tecnica per la produzione di animazioni con personaggi piatti, oggetti di scena e sfondi ricavate da materiali quali carta, cartone, tessuto rigido o addirittura fotografie: Zoo propone un’esperienza immersiva, per coniugare la passione per l’illustrazione e la carta, con la voglia di esplorare e conoscere la prima storica tecnica di animazione partendo da un oggetto di carta che piano piano prende vita.

L’ispirazione è in rete
Il fornitore ufficiale di Zoo è la rete: internet èuna fonte inesauribile di spunti e idee. Uno su tutti il sito inglese: presentandcorrect.com che sicuramente farà innamorare i feticisti della carta. C’è di tutto per scrivere, mandar lettere, organizzare la scrivania, prendere appunti… E’ una vera miniera d’oro di reperti d’annata (gessi, pennarelli a cera, righelli retrò, carte dalle fantasie vintage e molto altro ancora), trovati qua e là e scelti per il design impeccabile, oltre ai prodotti nuovi dalla grafica molto particolare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here